Cookie Consent by Free Privacy Policy website Masterpieces from Italy
aprile 16, 2024 - I Dogi Group

Masterpieces from Italy

Al Salone del Mobile 2024 iDOGI presenta con un doppio spazio espositivo, al Salone del Mobile e al Salone del Bagno, l’eccezionalità delle sue opere, trasportando i visitatori in un affascinante viaggio che parte da Venezia e fa immaginare mondi favolosi grazie a scenografie che stupiscono e incantano.

Pad 15 Stand C14-C16
Pad 10
Stand D19

Masterpieces from Italy

Opere straordinarie che meravigliano tra i magici riflessi del vetro soffiato, le trasparenze vibranti del cristallo, lo scintillio di una moltitudine di luci.

Un incantesimo che unisce arte millenaria, abilità tecnica e conoscenza tecnologica: quelle de iDOGI sono architetture di luce, ricche composizioni caratterizzate dalle dimensioni fuorimisura e animate dai bagliori dell’illuminazione celata all’interno, che le rendono protagoniste degli ambienti.

Sono migliaia le decorazioni di vetro soffiate a Murano che, insieme agli elementi in cristallo, compongono queste spettacolari sculture e ognuna è un pezzo unico: lampadari, tavoli, separè, balaustre, specchi, portali disegnati e realizzati appositamente per le più esclusive dimore di tutto il mondo.

C’è lo chandelier “Meridies” che splende nella main hall del palazzo di Londra da cui Churchill diresse le operazioni della II guerra mondiale; sono le balaustre “Versailles” quelle a cui si sono appoggiati i figli del ricco magnate indiano Mukesh Ambani per scendere le scale in occasione dei loro matrimoni, da ultima la sposa del figlio Anant il giorno della recente festa di pre-nozze.

E ancora palazzi da mille e una notte, mansion principesche, penthouse nelle metropoli globali: le creazioni de iDOGI entrano in queste residenze sontuose che raccolgono i migliori produttori internazionali, diventando così ambasciatrici dell’eccellenza italiana.

Pezzi unici, speciali ed esclusivi

Gli iconici chandelier de iDOGI sono un’ode al vetro artistico di Venezia e raccontano tutto il 

patrimonio degli elementi decorativi tipici di questa tradizione: bossette, pastorali, giardini, cravatte, coppe sono abbinati, alternati, moltiplicati in infinite configurazioni.

Gli stilemi si fanno eclettici con ispirazioni Decò, sbocciano in esplosioni floreali, attualizzano i motivi ornamentali dell’Antica Grecia, fanno sognare interpretando la cosmologia: oltre ai classici Rezzonico, iDOGI propone chandelier, appliques e flambeau dove vetro e cristallo si combinano creando inedite geometrie e si vestono di nuove trame con effetti sorprendenti.

La creatività e il know-how si declinano anche in maestosi tavoli, imponenti balaustre, lussuosi specchi, importanti fregi e cornici per adornare le porte, preziose librerie e inaspettati sistemi di partizione che magicamente racchiudono sempre la luce.

Il dipartimento tecnico e di progettazione dell’azienda collabora costantemente con architetti e interior designer internazionali per illustri clienti di tutto il mondo, costruendo rapporti di fiducia consolidati che durano nel tempo: tutte le opere sono custom made – partono cioè da progetti già eseguiti che vengono personalizzati – o tailor made – ideate da zero appositamente per il committente.

Capolavori di italianità

Gli chandelier a soffitto possono sovrapporre numerosi piani, contare moltissimi bracci, raggiungere oltre 20 metri di altezza con diametri anche di 8 metri, racchiudere centinaia di punti luce.

Sembrano fluttuare nell’aria nonostante il peso oggettivo e la complessità strutturale, grazie a miracoli ingegneristici e accorgimenti ottici che consentono l’armonia visiva.

Una summa di creatività e maestria artigianale dove le antiche lavorazioni dell’arte vetraria veneziana, come la foglia d’oro, si attualizzano con la sperimentazione su forme e colori e convivono con le più avanzate tecnologie in termini di illuminazione.

Tutte le componenti e le soluzioni tecniche vengono studiate direttamente all’interno dell’azienda, con lo scopo di rendere le strutture completamente invisibili e nascondere le fonti luminose (pur mantenendole sempre accessibili per la manutenzione) per ottenere una diffusione totalmente naturale e omogenea.

Dal disegno all’accensione della luce in loco il percorso può durare anche anni, con migliaia di ore di lavoro, il tempo necessario per lo sviluppo del progetto, la realizzazione delle diverse parti, l’elettrificazione con l’installazione delle sorgenti luminose e l’assemblaggio finale, cui seguono il rigoroso controllo di qualità e la fase di imballaggio, particolarmente laboriosa e delicata per questa tipologia di opere: un processo lungo e articolato che necessita di assoluta precisione in ogni passaggio per arrivare all’esecuzione perfetta di un capolavoro.