Cookie Consent by Free Privacy Policy website Palazzo delle Pietre | Luxury Apartments Rome
giugno 07, 2024 - PALAZZO DELLE PIETRE

Palazzo delle Pietre | Luxury Apartments Rome

Duemila anni di storia raccontati dalle pietre. Roma – l'Impero dei Cesari, il Rinascimento, il Barocco, e poi il Sette-Ottocento – racchiusa in uno scrigno che si erge a dimora. 

Si entra a Palazzo delle Pietre per scoprire Roma non come una città, ma come un'esperienza totalizzante. 

"Show, don't tell" insegna uno dei pilastri della narrazione. E qui la Roma eterna, bimillenaria, si manifesta ai sensi senza intermediari: è una fontana medioevale posizionata in giardino, un busto di generale romano, un pavimento in marmo antico che scintilla di sfumature accese. Sono le ali di una sedia da coro del XVI trasformate nella testiera di un letto, le travi a vista dipinte nel XVIII secolo, e ancora i tappeti intessuti a mano nel Caucaso e gli antichi vasi cinesi, le testimonianze di civiltà lontane che dialogano con elementi di design contemporaneo scelti con cura certosina, e costantemente rinnovati. 

Una sovrapposizione di stili che trova un suo equilibrio formale ed elegante nei dieci appartamenti che compongono Palazzo delle Pietre.

Ogni dimora offre un'esperienza di "vita romana" completa. Civis Romanus sum: si è cittadini non solo per nascita, ma anche per affinità elettiva. Merito anche della posizione: siamo in via delle Coppelle 23, in un quartiere centrale e dall'anima artigiana, a due passi dal trionfo barocco di piazza Navona e dalla classicità del Pantheon, dai capolavori immortali di Caravaggio e da Piazza di Pietra, dominata dal colonnato del Tempio di Traiano.  

La storia

 

Palazzo delle Pietre affonda le sue radici in un quartiere, Campo Marzio, che è sempre stato centrale per lo sviluppo urbano, già all'epoca di Roma repubblicana. La stessa via delle Coppelle si trovava, nel medioevo, lungo il percorso che conduceva i pellegrini dal centro fino a San Pietro. L'edificio sorge in corrispondenza delle Terme di Nerone, in uso dal I al V secolo. È nel Quattrocento che il palazzo viene edificato dalla confraternita di Santissima Annunziata, che sarà l'unica proprietaria fino alla metà del XIX secolo. 

 

L'odierna ristrutturazione valorizza questa storia, la inserisce in un progetto di ospitalità che costituisce un unicum. Agli otto appartamenti originari si aggiungono i due ricavati nella Corte, edificio del primo Novecento nella piazza delle Coppelle, a pochi passi dal Palazzo, la cui forma ricorda – in miniatura - quella del famoso Flatiron Building di New York.

Tra antiche pietre e moderno design

La famiglia Mazzi è il cuore e l'anima di questo progetto di ospitalità di altissima gamma. Palazzo delle Pietre porta le tracce, in ogni dettaglio, di una passione multigenerazionale per il design, l'architettura e la storia. 

È il 2012 quanto l'edificio, ai tempi in rovina, attira l'attenzione dell'ingegnere Carlo Mazzi. Nel giro di otto anni, in seguito ad un approfondito intervento di ristrutturazione, avviene la rinascita.

Oggi ospita l'imponente collezione di famiglia: Carlo Mazzi ha infatti ereditato dal trisavolo la passione per l'antiquariato e la romanità classica, ed ha sapientemente distribuito questo patrimonio all'interno degli appartamenti e delle aree comuni. Circa duecento reperti archeologici trovano posto tra i soffitti, le volte decorate e i portali in travertino. Dialogano con opere contemporanee originali accostate ad oggetti di design e brand italiani. 

Gli arredi creano armoniose sintonie fra pietre, marmi e tessuti, ed anche il semplice rivestimento di un cuscino è una scelta estetica attentamente ponderata. Persino il marmo dei rivestimenti è da collezione: se ne contano almeno dieci tipi diversi, con sfumature e toni accesi, accostati alle più delicate palette delle pareti. 

La ricerca di qualità si estende a tutti i materiali utilizzati, come i legni di recupero, una scelta che va nella direzione della sostenibilità. 

Periodicamente i migliori artigiani toscani e romani rinnovano gli appartamenti; siamo di fronte a un'opera infinita, mai conclusa, che viene costantemente rimodellata dalle scelte della proprietà.

Gli appartamenti

Ogni appartamento esprime la propria personalità, attraverso una selezione di colori unica, soffitti decorati a mano, la personalizzazione degli arredi. 

Alle "pietre", i reperti archeologici, si abbinano i dipinti contemporanei, le tappezzerie, i tendaggi in seta e i cuscini – realizzati da "Lo Studio" della milanese Beatrice Petriccione di Vadi – che creano un'atmosfera piacevole e riposante, esaltata dalla luminosità soffusa delle lampade firmate Artemide. I migliori brand di design dialogano con i classici arazzi caucasici della Galleria milanese Altai della famiglia Carrieri. 

I bagni, rivestiti con preziosi marmi Antolini, offrono set di prodotti naturali di Comfort Zone, mentre gli accessori sono curati da Mario Luca Giusti e da Alessi. Le cucine sono attrezzate con le tecnologie più avanzate e arricchite da una selezione di complementi realizzati appositamente per il Palazzo come le porcellane di Richard Ginori. Gli spazi esterni, come le terrazze, sono impreziosite dagli arredi outdoor di Ecliss.

A Palazzo delle Pietre 

Studio 

Appartamenti di circa 40 mq, alcuni dei quali con cortile privato. Tessuti morbidi e vivaci vestono le accoglienti geometrie degli spazi che risaltano tra arredi moderni e elementi antichi. L'ingresso conduce a un angolo cottura attrezzato, con camera da letto e bagno, letto matrimoniale o due letti twin dal comfort assoluto. 

Comfort Apartment

Appartamenti di 50 mq circa, alcuni dei quali con terrazzo/living esterno privato. Antichi soffitti dipinti a mano richiamano le venature dei pavimenti in marmo. Sono completi di ingresso con zona living, cucina completamente attrezzata, camera da letto matrimoniale o con due letti twin, un ampio bagno. In alcuni è presente un secondo bagno per gli ospiti.

Superior Apartment

Maestose porte in legno e colonne in pietra rendono unici questi appartamenti di 60 mq, con ampio soggiorno e cucina completamente attrezzata, una camera da letto matrimoniale con un elegante bagno en suite, un secondo bagno per gli ospiti. Alcuni appartamenti sono dotati di un living esterno adornati con fontane in pietra.

Prestige Apartment

Appartamenti da 75 mq, con contrasti cromatici preziosi e un inebriante profumo di legno. L'ingresso introduce all'ampio soggiorno e alla cucina completamente attrezzata; una sontuosa camera da letto matrimoniale – in talune è presente una vasca freestanding del periodo napoleonico - con bagno en suite, ed un secondo bagno per gli ospiti. In alcuni casi, è possibile predisporre una culla/lettino aggiuntivo.

Penthouse Apartment

La combinazione di due appartamenti comunicanti offre residenze di 100 – 125 mq circa: un luogo dove riappacificare i sensi, immersi nell'atmosfera senza tempo della Città Eterna. Dotate di un ampio soggiorno, una cucina completamente attrezzata, due camere da letto matrimoniali (con possibilità di letti twin), due eleganti bagni, di cui uno en suite, ed un terzo bagno per gli ospiti. In alcuni casi, è possibile predisporre una culla/lettino aggiuntivo. Alcuni appartamenti sono corredati da uno spazio open air dedicato. 

Nella Corte

La Corte Family Apartment 

Al secondo piano si trova il primo dei due appartamenti, una dimora che unisce il gusto per la classicità a un twist contemporaneo. Con una superficie di circa 70 metri quadrati, due camere matrimoniali, due bagni e un soggiorno con cucina completamente attrezzata, può ospitare 4 persone. 

La Corte Rooftop Terrace

Il secondo appartamento si sviluppa su due livelli al piano attico, ha una superficie di 120 mq e può ospitare fino a 6 persone. Si compone di due camere da letto matrimoniali, uno studio con divano letto twin, e due bagni al primo livello. Tramite una comoda scala in legno e acciaio si accede all'hammam privato e all'ampia zona living, con una cucina completamente attrezzata ed il terzo bagno per gli ospiti, e alla meravigliosa terrazza panoramica che circonda l'appartamento.

FraMmenti Club

All'interno della dimora, tra fontane rinascimentali, reperti archeologici, preziosi marmi, opere d'arte e design contemporaneo, FraMmenti Club si occupa del soggiorno degli ospiti, con servizi personalizzati e spazi dedicati allo sport, al wellness, al relax, alla convivialità e all'esperienza culturale, unendo, in un ideale accogliente di bellezza, la cura per il benessere del corpo a quella della mente.

Dall'idea di collegare gli infiniti frammenti delle storie che attraversano la Città Eterna e dal proposito di tessere un dialogo fra menti e intelligenze, nei diversi ambiti del sapere e della creatività, nasce la programmazione culturale del Club, articolata in incontri mensili. Si tratta di appuntamenti gratuiti e aperti al pubblico, oltreché agli ospiti del Palazzo.

Il ciclo degli incontri, dal titolo "L'Eterna scoperta del visibile e dell'invisibile", prende vita dal desiderio di restituire alla città di Roma la curiosità verso il sapere, condividendolo con la collettività intera, a beneficio dell'integrazione e della coesione sociale. Un club con una formula di divulgazione che rinnova la tradizione e la convivialità, l'apertura al dibattito degli antichi cenacoli, circoli ed accademie romane, valorizzando il territorio ed i suoi tratti creativi e i suoi codici dal dna unico.

Curato da Clara Tosi Pamphili, storica del costume e delle arti applicate e membro del CdA della Fondazione Quadriennale di Roma, il ciclo di incontri ha ospitato tra i suoi relatori: Stéphane Verger (Direttore del Museo Nazionale Romano) Fabio Attorre (Direttore dell'Orto Botanico di Roma e dei Musei dell'Università La Sapienza), Umberto Croppi (Presidente e AD di Federculture), Gaetano Aloisio (Presidente dell'Accademia Nazionale dei Sartori), Ilaria Miarelli Mariani (Direttrice dei Musei Civici della Sovrintendenza di Roma Capitale), Gabriele Corbo e Jacopo Costanzo (fondatori dello studio WAR), Carlo Poggioli (costumista pluripremiato e Presidente dell'Associazione Costumisti e Scenografi), Giuseppe Garrera (collezionista, storico dell'arte e curatore), Iacopo Ceni (Responsabile Treccani Arte), Francesca Barbi Marinetti (Membro del CdA di Azienda Speciale Palaexpo e Museo Maxxi), Ines Musumeci Greco (collezionista e proprietaria di Casa Musumeci Greco), Marco Maria Cerbo (Consigliere d'Ambasciata - Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale).

I servizi 

Gli ospiti del Palazzo delle Pietre sono accolti da FraMmenti come membri del Club ai quali vengono proposte esperienze uniche, attraverso servizi personalizzati che arricchiscono i momenti trascorsi a Palazzo. Alla cura per i residenti, che inizia con la meticolosa pulizia quotidiana degli appartamenti  operata direttamente  dal Palazzo con un'attenzione particolare alla sostenibilità, nella scelta dei detergenti come nel sapiente utilizzo della biancheria, FraMmenti si dedica profondendo e veicolando, attraverso il team del Ricevimento del Palazzo disponibile 24 ore al giorno, il proprio know-how per rispondere  a qualsiasi esigenza degli ospiti, dalla semplice prenotazione di un ristorante, o di un trasferimento in auto, all'organizzazione di un tour privato, con guide professioniste di altissima qualità. 

Servizi di spesa a domicilio, food delivery, lavanderia, tutto nel rispetto dei tempi e degli spazi di una casa privata, in cui il visitatore dismette i panni dell'ospite, per sentirsi avvolto dal calore della propria dimora. 

 

Inoltre, il Club offre agli ospiti l'accesso all'area wellness all'interno del Palazzo delle Pietre, un piano interamente dedicato al benessere del corpo, senza mai separarsi da quello dello spirito: così oltrepassando una colonna in marmo di epoca romanica, si entra nella sala dedicata ai massaggi e al servizio di parrucchiere, rivestita di marmi paglierini e scaldata dai colori tenui della lampada Integralis con sistema di sanificazione a luce pura di Artemide. 

Attraversando la "Galleria Marilyn", un breve corridoio dove campeggiano i ritratti della diva ad opera di Andy Warhol, si giunge alla moderna Fitness Room allestita con attrezzature Technogym. Una porta toscana del '700, intagliata con i gigli, simbolo di Firenze, conduce al moderno e accogliente Hammam decorato da mosaici in tutte le sfumature del verde, per un'esperienza sensoriale senza eguali.

FraMmenti segue gli ospiti del Palazzo delle Pietre anche negli spazi dedicati alla socialità: un'elegante e tecnologicamente attrezzata meeting room, che può ospitare fino a 30 persone, è a disposizione dei residenti membri del Club per organizzare ricevimenti, eventi privati o incontri professionali. Quest'ala del Palazzo dispone inoltre di una cucina professionale in grado di offrire esperienze gastronomiche con chef stellati, cooking class alla scoperta dei sapori tipici della cucina tradizionale romana, delle cucine di tutto il mondo, e di quelle prive di allergeni, accompagnati da lezioni di medici esperti di nutrizione.