logo excellence
excellence
marzo 06, 2015 - IWC

IWC - Riflettori puntati sui cineasti svizzeri

La promozione del cinema svizzero riceve nuovo slancio: Marc Forster, regi­ sta, Georges Kern, CEO di IWC Schaffhausen, Nadja Schildknecht e Karl Spoerri, direttori del Zurich Film Festival, nonché Marc Walder, CEO di Ringier, hanno fondato il «Verein zur Filmförderung in der Schweiz» (Associazione per la promozione del cinema in Svizzera) per dare impulso ai progetti cine­ matografici nazionali. Al centro delle attività dell’Associazione di pubblica utilità vi è il «Filmmaker Award» volto a sostenere ogni anno uno o più progetti selezionati. L’idea del «Verein zur Filmförderung in der Schweiz» (As- sociazione per la promozione del cinema in Svizzera) è nata dall’impegno comune dei cinque membri fondatori nel mondo del cinema e nel panorama mediatico-cinema- tografico svizzero, dalla collaborazione che risale, per al- cuni, a diversi anni fa e dalla loro amicizia personale. «Sia- mo accomunati dalla passione per i film e per il cinema e puntiamo i riflettori su progetti cinematografici prometten- ti con l’obiettivo di dare nuovo impulso al cinema svizze- ro», ecco come Georges Kern, presidente dell’Associazione e CEO di IWC, riassume la motivazione che ha mosso i fondatori. L’Associazione di pubblica utilità è stata fonda- ta il 9 dicembre 2014 e ha sede a Zurigo. Il consiglio di amministrazione è composto da Nadja Schildknecht e Karl Spoerri, fondatori e direttori del Zurich Film Festival (ZFF), Marc Walder, CEO di Ringier, e Marc Forster, regista, pro- duttore e sceneggiatore di fama internazionale. IL SOSTEGNO DEI CINEASTI SVIZZERI In cima alle priorità del «Verein zur Filmförderung in der Schweiz» vi è il sostegno delle produzioni cinematografi- che svizzere. «Grazie alla nostra esperienza e a un’ampia rete di partner nazionali e internazionali vantiamo i requi- siti ideali per dare slancio al cinema svizzero e per farlo conoscere anche al di fuori dei confini nazionali», spiega Karl Spoerri. «Il nostro obiettivo è offrire ai cineasti un sup- porto flessibile e privo di burocrazia quando i contributi standard alla promozione cinematografica sono esauriti o non vengono stanziati per qualsivoglia motivo.» Se c’è qualcuno che sa molto bene quanto sia difficile lavorare nel mondo del cinema e quanta tenacia sia necessaria per affermarsi nel settore, questo è Marc Forster. Quando ter- minò gli studi, nessuno avrebbe scommesso sul regista tedesco-svizzero, che prima di raggiungere il successo ha scritto diverse sceneggiature e realizzato svariati progetti dal budget davvero ridotto. «Nelle produzioni cinematogra- fiche le risorse finanziarie possono venire a mancare per i motivi più disparati ed è proprio nei progetti nazionali più piccoli che è necessario operare dei tagli a discapito della qualità. Se il budget a disposizione è relativamente ridotto, le situazioni precarie possono poi acuirsi. Noi vogliamo far sì che le risorse finanziarie dell’Associazione siano utilizza- te al meglio: ecco perché forniamo consulenza e supporto ai cineasti», spiega Marc Forster. Oggi è un regista affer- mato: ha raggiunto la notorietà sul piano internazionale con film di successo come «Monster’s Ball – L’ombra della vita» e «Neverland – Un sogno per la vita» e da allora ha firmato altre celebri produzioni come «Quantum of Solace» della serie di James Bond e il film d’azione «World War Z». LA COMPETIZIONE È APERTA Al centro delle attività del «Verein zur Filmförderung in der Schweiz» vi è il «Filmmaker Award», che consente all’As- sociazione di sostenere produzioni cinematografiche sviz- zere selezionate secondo criteri ben stabiliti. Il regolamen- to del concorso pubblico per il primo «Filmmaker Award» è disponibile fin da ora sul sito web del ZFF. I cineasti svizzeri sono caldamente invitati a inviare i propri progetti cinematografici. Sono ammessi sia film che documentari della durata minima di 60 minuti che necessitino di un fi- nanziamento per la post-produzione o di risorse aggiunti- ve. La giuria composta da Marc Forster, Georges Kern e Karl Spoerri nonché da un presidente VIP diverso ogni anno valuterà l’idoneità dei progetti presentati. Il nome del vincitore (o dei vincitori) del sostegno finanziario, pari a un totale di CHF 100 000, sarà proclamato in occasione dell’11o Zurich Film Festival alla fine di settembre 2015, alla serata di gala di IWC. Dopo le collaborazioni con i festival del cinema di Pechino, New York, Londra e Dubai, Georges Kern, CEO della manifattura orologiera di IWC Schaffhau- sen, co-partner del ZFF, è orgoglioso di poter supportare ora anche il cinema svizzero e i cineasti nazionali.